Fashion Web Marketing

Archive for aprile 2011

Sono ormai sempre più diffusi i micro-blog basati soprattutto su immagini, come Tumblr o (per rimanere in ambito Fashion) LookBook.nu .
Grazie ai tag gli utenti stessi creano categorie di argomenti grazie ai quali poi altri utenti scovano i contenuti per loro più interessanti (entra quindi in gioco anche il concetto di Social Bookmarking).
L’ultima frontiera di questo fenomeno consiste nelle “bacheche virtuali” sulle quali gli utenti possono raccogliere e catalogare immagini (arte, illustrazioni, …), prodotti (abbigliamenti, tech, … ), ricette, citazioni e quant’altro e “seguire” le collezioni degli altri utenti con gusti simili ai propri.
Pinterest è proprio uno di questi network fatti di collezioni User-generated.

Svpply, competitor di Pinterest, è invece una piattaforma che unisce il concetto di micro-photo-blogging di Tumblr e il concetto di shopping online di Amazon, in cui gli Store stessi pubblicano immagini dei loro prodotti (v. esempio di store su Svpply) che gli utenti possono poi “seguire” (con “Follow this store”).

Su questo genere di siti-raccoglitori una delle categorie più popolate è proprio quella del Fashion. Lyst, sulla scia di Pinterest e Svpply, si focalizza infatti specificamente sul campo della Moda.
Come Pandora e Last.fm suggeriscono ascolti agli utenti basati sulle loro preferenze e su algoritmi automatizzati, Lyst si pone l’obiettivo di consigliare agli utenti capi di moda e designer interessanti in base alle “Lyste” da loro stessi create.
Tutto ciò per andare incontro a tutti gli utenti che sui siti di shopping online non sempre effettuano l’acquisto immediatamente ma preferiscono, invece, tenere traccia di quello che scovano e gradiscono sul web, per comprare poi in un secondo momento.
Ciò che gli utenti guadagnano nel popolare le proprie “liste” è feedback da parte di chi li segue, che è proprio il fattore che incentiva a proseguire con questo tipo di attività di condivisione.
A differenza di Pinterest e Svpply, con Lyst non si può “bookmark-are” qualsiasi contenuto presente sul web ma solo prelevare articoli dagli store dei partner. Il tutto risulta così più controllato e garantisce la qualità del contenuto sia agli store dei brand partner sia agli utenti stessi.
Per Lyst è prevista una commissione sulle vendite e un CPA (costo per azione) e vengono forniti ai partner dati statistici sui trend e la popolarità dei prodotti.

Vedremo quindi se saranno le previsioni basate su algoritmi automatici o il potere dei Social Media ad avere la meglio per rispondere alla fatidica domanda: “cosa mi metto oggi?”

Annunci

Acqua di Gio - Acqua for Life - Giorgio Armani

Giorgio Armani, in collaborazione con Green Cross International (una ONG no-profit), ha lanciato il progetto “Acqua for Life Challenge”, una sfida il cui scopo è quello di donare ALMENO 40 milioni di Litri di acqua potabile alle popolazioni del mondo che ne hanno più bisogno (a partire da quelle dei villaggi del Ghana) e soprattutto ai loro bambini.
Chiunque può contribuire al raggiungimento di questo obiettivo in due modi: acquistando i profumi Acqua di Gioia o Acqua di Giò e inserendo sul sito http://www.acquaforlifechallenge.org il codice trovato sul package del prodotto. Questo equivarrà alla donazione di 100 litri d’acqua potabile; Lo stesso codice può poi essere inserito anche sulla pagina Facebook http://www.facebook.com/acquaforlife (per la donazione di altri 100 litri d’acqua) e permette di creare una propria community sulla quale anche altri utenti – senza codice – possono contribuire tramite commenti, like e post.

Il miracolo si sta compiendo eccome…. ad oggi, 26 Aprile 2011, sono stati raccolti 33.500.000 Litri di Acqua potabile.

Complimenti quindi a chi ha ideato l’iniziativa e a chi ne ha preso parte attiva.

Ecco il contenuto del loro comunicato stampa:

L’acqua crea la vita.
il 65% del corpo umano è fatto di acqua.
i 4/5 del nostro pianeta sono coperti di acqua.
solo il 3% di quest’acqua è potabile. e nella maggior parte dei casi è inaccessibile.
quando è sporca o contaminata, l’acqua diventa una minaccia. ogni giorno
4.000 bambini muoiono per malattie trasmesse dall’acqua.

E’ per tutti questi motivi che Giorgio armani ha deciso di collaborare con
l’organizzazione non governativa Green cross international, per cambiare le cose e consapevolizzare il più possibile le persone sulla questione.
L’obiettivo di acqua for life è proporzionato alla necessità: regalare almeno 40 milioni di litri di acqua potabile a quei 900 milioni di invidui che vivono in condizioni precarie SOPRATTUTTO a causa della mancanza di acqua pulita e sana, che garantisca loro la salute quotidiana.

Tutti dovrebbero avere accesso all’acqua potabile. Se manca questo elemento mancano anche salute, istruzione, cibo, lavoro: una vita dignitosa insomma, che garantisca di sfuggire alla povertà e di andare incontro ad un futuro migliore.

Dal 1° Marzo 2011, con l’acquisto di ogni bottiglia Acqua di Giò e Acqua di Gioia, le due fragranze più conosciute di Armani, verranno garantiti 100 litri di acqua potabile all’anno per le comunità più a rischio. Seguendo poi le istruzioni indicate sulla confezione, i consumatori/partecipanti all’iniziativa verranno invitati a continuare la loro azione online:
L’indirizzo dell’applicazione su facebook -www.facebook.com/acquaforlife permetterà a ogni partecipante di creare una community, di inviare il kit promozionale e di invitare gli amici a unirsi all’azione. in questo modo chiunque potrà condividere il messaggio di sensibilizzazione e creare un buzz. Grazie al proprio network, i partecipanti coinvolgeranno gli amici innescando l’effetto virale.
Unendosi alla community questi amici doneranno automaticamente dieci litri d’acqua. più membri, più bacino d’utenza, più community e più fondi raccolti. Le statistiche a disposizione permetteranno all’utente di verificare l’attività quotidiana e lo sviluppo della propria community.

Il sito http://www.acquaforlifechallenge.org presenterà la campagna e un continuo aggiornamento dei risultati, assieme agli argomenti collegati all’acqua potabile nel mondo. Le azioni concrete intraprese: trivellazioni, pozzi, costruzione di sistemi di raccolta dell’acqua piovana, miglioramento delle risorse delle popolazioni, risulteranno in dettaglio sul sito. tutto  questo è “acqua for life challenge” una campagna internazionale di solidarietà in tutto il mondo.

I protagonisti della sfida:

ARMANI
il Gruppo armani è tra i leader mondiali nel settore moda e beni di lusso, con  oltre 5.000 dipendenti diretti e 13 fabbriche. crea, realizza, distribuisce e vende prodotti di moda e lifestyle: abbigliamento, accessori, fragranze e cosmetici, occhiali, orologi, gioielli e arredamento per la casa, con diversi marchi: Giorgio armani privé, Giorgio armani, emporio armani, armani collezioni, aj/ armani jeans, Giorgio armani cosmetics, a/X armani exchange, armani junior, armani baby e armani casa.
Per maggiori informazioni: http://www.armani.com

Green cross international
Green cross international (Gci) è una delle principali organizzazioni indipendenti non governative e no-profit. lavora allo scopo di coordinare le sfide globali sulla sicurezza, la povertà e il degrado ambientale grazie a una combinazione di progetti locali e di sponsorizzazioni ad alto livello. la sede principale è a Ginevra e dispone di una rete, in espansione, di  organizzazioni nazionali in più di 30 paesi.

Per maggiori informazioni su Gci visitate il sito http://www.gcint.org e seguite Gci su twitter @Greencrossint

Giornata monDiale Dell’acqua
la Giornata mondiale dell’acqua cade il 22 marzo. e’ stata istituita dopo il summit di rio del 1992 su iniziativa dell‘assemblea Generale delle nazioni unite. Gli stati membri sono invitati a dedicare questa giornata alla messa in pratica delle raccomandazioni e delle azioni promosse dalle nazioni unite.
Per maggiori informazioni http://www.worldwaterday.org


Eugi’s Tweets:

aprile: 2011
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

i Like…



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: