Fashion Web Marketing

Posts Tagged ‘Burberry Acoustic

james bay burberry fashion web marketingBurberry, in partnership con YouTube e in occasione delle Sfilate Donna Primavera Estate 2015, ha deciso di sfruttare le nuove annotazioni di YouTube (molto più “engaging” rispetto a quei vecchi “fumettini” testuali a cui eravamo abituati) in modo da coinvolgere maggiormente gli utenti e portarli nel backstage. Con le nuove Info Cards, infatti, gli utenti possono vivere un’esperienza più ampia rispetto alla normale fruizione del video, muovendosi su vari livelli di contenuti in base ai box che si presentano in particolari momenti del video.

Uno dei contenuti correlati al video è quello relativo a James Bay, cantautore inglese che è stato protagonista della sfilata curandone, dal vivo, la “colonna sonora” per la serie “Burberry Acoustic”.

Annunci

 

wave metrics not-fashion topic

da Wave Metrics

Questo articolo ci mostra come i brand più di successo su Social Media siano quelli che pubblicano sui loro profili anche contenuti che esulano da quelli prettamente correlati alla moda e ai prodotti di abbigliamento, ma che aggregano gli utenti influenzando positivamente l’engagement, il brand sentiment e la considerazione dell’acquisto.
Burberry, ad esempio, ha lanciato la campagna Burberry Acoustic: una collaborazione tra il brand e giovani artisti del panorama musicale britannico.

Il chief Creative Officer di Burberry, Christopher Bailey, ha selezionato per il canale YouTube del brand giovani (e giovanissimi) artisti Britannici emergenti ma comunque tutti con le carte in regola per diventare i nuovi divetti dell’indie-folk british che “ci piace tanto”.
Sulla scia del successo di “Burberry Art of the Trench” (l’iniziativa all’insegna del crowdsourcing in cui gli utenti potevano inviare fotografie di se stessi o amici con addosso un trench Burberry, per l’appunto), Burberry ha deciso di coinvolgere nuovamente la sua audience per diffondere l’arte di questi giovani cantanti in erba e, perchè no, magari lanciarne qualcuno verso il successo.

Lacoste, dal canto suo, è stata sponsor dell’ ATP Tennis Tour, scatenando l’engagement degli utenti più sport-addicted.
Dai grafici a torta emerge che l’interesse degli utenti si è concentrato in larga parte anche sui contenuti non-fashion.

Chiaramente è la strategia che conta: alcuni brands, infatti, hanno ottenuto riscontri estremamente positivi anche focalizzandosi esclusivamente sul proprio prodotto. Primi fra tutti BMW e XBOX.
Zara invece è un esempio di come il tentativo di concentrare la discussione online soltanto sul prodotto possa fallire.


Eugi’s Tweets:

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Mag    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

i Like…



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: