Fashion Web Marketing

Posts Tagged ‘louis vuitton

Coach: il brand di accessori in pelle, che si è aggiudicato il primo posto nella classifica Digital IQ (v. ricerca “Digital IQ index: Luxury” di Scott Galloway della NYU Stern), ha costruito una strategia che utilizza i social networks per collegare i fan direttamente allo shop online. I loro post su Facebook, infatti, contengono sempre un link diretto al prodotto. Hanno, quindi, scelto una strada in cui i profili sui Social Media non vengono creati solo “per il gusto di farlo”, ma per incentivare attivamente le vendite con risultati evidenti. Una delle loro campagne prevedeva un contest rivolto a blogger che avrebbero dovuto pubblicizzare una linea di prodotti per poter vincere delle gift cards per prodotti Coach.

Louis Vuitton: al secondo posto nella classifica Digital IQ, il brand sta facendo largo uso dei social media e in particolare di quella tipologia di video chiamati Haul video, in cui gli utenti filmano i prodotti appena acquistati e scambiano opinioni con altri utenti che hanno fatto lo stesso. Alcuni di questi video hanno guadagnato milioni di visite online donando estrema visibilità al brand e possibilità per gli utenti di avere una panoramica dei prodotti offerti.

Oscar de la Renta: 11° nella classifica Digital IQ, questo brand costituisce un ottimo esempio di user engagement non solo legato al brand ed ai suoi prodotti ma anche a livello lifestyle. In questo modo gli utenti sanno che tramite i profili del brand (vedi Twitter http://twitter.com/OscarPRGirl in cui venivano diffuse news sullo Yoga, sulle novità musicali e altri temi slegati dal brand) possono entrare in contatto con un target del tutto simile al loro. Questo è sicuramente un valore aggiunto per gli utenti che non voglio certamente sentir parlare solo di novità legate ai prodotti.

Jimmy Choo: Oltre alla sua famosa campagna su FourSquare di cui abbiamo già avuto modo di parlare, questo brand (17° posto della classifica Digital IQ) riesce, attraverso i social media, ad attrarre “Likes” ma soprattutto a incanalare il traffico degli utenti direttamente verso l’acquisto.

[Fonte: www.freshnetworks.com]

louis Vuitton fashion show facebook

A proposito di Facebook, ecco due interessanti iniziative per sfruttarlo in modo utile:

  • H&M ha inserito sul suo profilo un servizio di customer care con la possibilità di inviare richieste direttamente da Facebook.

Ecco inoltre una presentazione di Fashion’s Collective su come i Luxury Brand possono e dovrebbero sfruttare lo User Generated Content:

  • C’è YouTube, invasa da video di ragazze (e non solo) che testano direttametne prodotti di make-up ed effettuano per i loro fan veri e propri tutorial di trucco;
  • Ci sono siti come Polyvore, LookBook e Looklet che non fanno altro che pubblicizzare fashion brands attraverso foto degli utenti stessi o composizioni su manichini virtuali create a partire da abbinamenti di vestiti reali selezionati attraverso “shop virtuali”
  • Ci sono le classiche, ma sempre in prima linea, Fashion Blogger “improvvisate”.. ormai più influenti di quelle “ufficiali” che lavorano per conto dei Brand..

Ci sono infinite vie con cui gli utenti possono dimostrare di saperci fare con il web, nel campo della moda. Spesso, anzi quasi sempre, gli utenti sono più avanti del brand stesso di cui parlano.. le conversazioni online avvengono ben prima che i brand se ne rendano conto. E’ per questo che le vie tradizionali del marketing esisteranno sì ancora molto a lungo (vi immaginate strade senza cartelloni pubblicitari?) però questi metodi tradizionali devono integrarsi con le vie del web, che sono infinite. E sono in mano agli utenti. Solo i brand che si renderanno conto di ciò non troveranno barriere lungo la via del successo eterno (o quanto meno di lunga durata)

foursquare louis vuitton
E’ interessante sapere che, in occasione dell’apertura del nuovo store di Londra, Louis Vuitton ha aperto un profilo su FourSquare in cui condivide con i propri utenti una lista di siti e aree interessanti da visitare nella città.
Diventando Followers di http://foursquare.com/louisvuitton e presentandosi almeno tre volte presso uno degli Store di Londra, gli utenti potranno “sbloccare” inoltre un “Insider Badge” che permetterà loro di usufruire di speciali occasioni di shopping e diverse sorprese.
Le “London Tips” verranno visualizzate dagli utenti sul proprio iPhone nel momento in cui questi si troveranno nei pressi di una delle aree consigliate o semplicemente effettuando una ricerca sul profilo del brand.
I luxury brands dovrebbero decisamente prendere spunto da questa trovata: quale modo migliore per riscoprire la propria città (o visitarne una nuova) se non quello di seguire i consigli del proprio brand preferito, infilando magari, tra un monumento e l’altro, anche una capatina allo store per un sano e rigeneranete giro di shopping?
(articolo su http://fashionablymarketing.me/2010/06/louis-vuitton-foursquare-badge/ )


Eugi’s Tweets:

giugno: 2017
L M M G V S D
« Mag    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

i Like…



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: