Fashion Web Marketing

Posts Tagged ‘twitter

burberry Mike Kus instagram

A partire dal primo LiveStream 3-D delle Sfilate Burberry nel 2010, i fashion-show di Burberry sono diventati, grazie anche a Twitter e Facebook, eventi globali tramite i quali gli utenti possono addirittura acquistare direttamente da internet durante la visione della sfilata (Runway to Reality).

Durante l’ultimo fashion show tenutosi a Londra a settembre per la collezione “Spring Summer 2012 Womenswear”, oltre ad un livestream in HD su Facebook, gli utenti hanno potuto assistere ad un “Tweetwalk” fashion show grazie alle immagini pubblicate in real-time sul profilo Twitter.
La sfilata è stata trasmessa in diretta anche in CINA tramite i Social Network YouKu e Sina.
Anche tramite Instagram sono state pubblicate immagini della sfilata in real-time grazie al fotografo inglese Mike Kus (l’utente Instagram inglese più seguito, con oltre 140’000 followers).

Nell’immagine sopra vedete infatti il post di Instagram in cui il fotografo annuncia ai suoi followers che avrebbe seguito lui il profilo Burberry di Instagram per i giorni della sfilata: ottima tecnica per portare visibilità al brand tramite un personaggio amato dal pubblico “social”!

Il nome lascia un pò perplessi, ma l’idea di Fashism non è male. Si tratta di una start-up nata durante le Fashion Week di Settembre.
Il sito è collegato ad una App per iPhone (il vero punto forte della startup) sulla quale gli utenti possono ricevere feedback dagli altri utenti sugli outfit da loro postati e condividerli su Twitter.
Ok ok, forse non sono stati i primi ad avere un idea del genere. Anzi, diciamoci la verità: ne è pieno il web di Social-Reviewers pronti a distruggere, attraverso foto, voti e commenti, quello che per noi era super-cool…

La vera idea geniale è stata però quella di portare Fashism alla fashion week di New York: la startup, insieme al designer Timo Weiland, ha organizzato un party esclusivo a N.Y. la scorsa domenica, durante il quale i partecipanti potevano provare direttamente gli outfit delle collezioni Spring e Fall 2011, scattarsi delle foto e caricarle direttamente sulla social-app per ricevere opinioni immediate.

Inoltre la settimana scorsa i co-fondatori della start-up si erano presentati durante la conferenza dei Fashion Bloggers per distribuire una demo version della prossima release dell’applicazione Fashism.

Se poi volete rimanere costantemente aggiornati sul buzz che ruota intorno alla NY Fashion Week, ecco lo strumento che raccoglie in tempo reale tutto ciò che viene “twittato” riguardo ad un certo argomento, nel nostro caso la NYFW: http://research.ly/%20%23nyfw

Fonte: Mashable

moxsie store online
La strategia di avertising che Moxsie – uno store online di oggetti di design, vestiti, scarpe e accessori di ogni tipo (“indipendent fashion”, la definiscono loro), sta adottando su Twitter prevede Promoted Trends e promoted Account.
Questi compariranno tra i suggerimenti di quegli utenti che avranno già, nella lista di utenti che seguono, profili analoghi o correlati a quello sponsorizzato.

Ecco come funziona la sponsorizzazione degli utenti su Twitter (link).
Inoltre, lo store comunica ogni giorno tramite Twitter occasioni e prezzi speciali di cui i followers potranno usufruire per gli acquisti sul sito.

A supporto di ciò, segnalo anche questo articolo (link) che analizza lo stato di utilizzo di Twitter come mezzo per l’advertising. Per ora uno stato acerbo, dal momento che AdWords e Facebook sono ancora in testa e i brand sono ancora titubanti e attendono risultati concreti.
I risultati stanno però arrivando, lo dimostra ad esempio il fatto che la popolarità di un argomento su Twitter può incrementare, grazie ad un promoted Trend, dalle 3 alle 6 volte e che gli Advertiser che hanno già sperimentato questo format l’hanno poi riutilizzato.

Un’altra interessante iniziativa di Moxsie è stata quella di invitare i followers a inviare pareri riguardo alle creazioni dei designer attraverso l’hashtag #BuyerChat su Twitter.  I followers diventano in questo modo anche un pò “Buyers” approvando o meno i prodotti proposti dallo store, e guadagnano sconti e vantaggi esclusivi (tra cui Facebook badges).

Fonte: http://thenextweb.com/

Coach: il brand di accessori in pelle, che si è aggiudicato il primo posto nella classifica Digital IQ (v. ricerca “Digital IQ index: Luxury” di Scott Galloway della NYU Stern), ha costruito una strategia che utilizza i social networks per collegare i fan direttamente allo shop online. I loro post su Facebook, infatti, contengono sempre un link diretto al prodotto. Hanno, quindi, scelto una strada in cui i profili sui Social Media non vengono creati solo “per il gusto di farlo”, ma per incentivare attivamente le vendite con risultati evidenti. Una delle loro campagne prevedeva un contest rivolto a blogger che avrebbero dovuto pubblicizzare una linea di prodotti per poter vincere delle gift cards per prodotti Coach.

Louis Vuitton: al secondo posto nella classifica Digital IQ, il brand sta facendo largo uso dei social media e in particolare di quella tipologia di video chiamati Haul video, in cui gli utenti filmano i prodotti appena acquistati e scambiano opinioni con altri utenti che hanno fatto lo stesso. Alcuni di questi video hanno guadagnato milioni di visite online donando estrema visibilità al brand e possibilità per gli utenti di avere una panoramica dei prodotti offerti.

Oscar de la Renta: 11° nella classifica Digital IQ, questo brand costituisce un ottimo esempio di user engagement non solo legato al brand ed ai suoi prodotti ma anche a livello lifestyle. In questo modo gli utenti sanno che tramite i profili del brand (vedi Twitter http://twitter.com/OscarPRGirl in cui venivano diffuse news sullo Yoga, sulle novità musicali e altri temi slegati dal brand) possono entrare in contatto con un target del tutto simile al loro. Questo è sicuramente un valore aggiunto per gli utenti che non voglio certamente sentir parlare solo di novità legate ai prodotti.

Jimmy Choo: Oltre alla sua famosa campagna su FourSquare di cui abbiamo già avuto modo di parlare, questo brand (17° posto della classifica Digital IQ) riesce, attraverso i social media, ad attrarre “Likes” ma soprattutto a incanalare il traffico degli utenti direttamente verso l’acquisto.

[Fonte: www.freshnetworks.com]

Ecco gli ultimi movimenti Social effettuati da questi due fashion brands:
gucci guilty
  • Gucci ha recentemente pubblicato sulla sua pagina Facebook la premiere del nuovo video/commercial diretto da Frank Miller per promuovere la nuova fragrance, Gucci Guilty. Il filmato vero e proprio (director’s cut) sarà trasmesso poi il prossimo 12 Settembre durante gli MTV Video Music Awards. Sempre attraverso la FanPage di Facebook, inoltre, gli utenti potranno partecipare ad un contest per vincere un viaggio con tanto di VIP pass per gli stessi Mtv Awards di Los Angeles. [link: http://apps.facebook.com/gucciguilty/ ]

 

  • Gap, in occasione del lancio di una nuova linea di pantaloni neri da donna, ha attivato a metà Agosto una promozione che offriva il 25% di sconto agli utenti di Facebook, Twitter e FourSquare (semplicemente loggandosi o interagendo con i vari profili del brand) e un paio di pantaloni in omaggio per le prime 50 clienti di alcuni negozi selezionati. La presenza di FourSquare all’interno delle strategie di Social Media Marketing, quindi, si fa sempre più sentire, al fianco dei Social Network più tradizionali. [articolo: http://thenextweb.com/location/2010/08/14/gap-running-25-off-promotion-today-for-facebook-twitter-and-foursquare-users/ ]

Facebook ha ora abilitato l’applicazione che dà la possibilità di “Linkare” la pagina “fan” Facebook (ma penso funzioni con qualsiasi account anche personale) all’account di Twitter! Ogni aggiornamento andrà quindi in tempo reale anche su Twitter! (il VICEVERSA devo ancora verificarlo)
Comunque ottimo, sembra quasi che applicazioni come HelloTXT siano destinate a sparire, se tutti i Social Network si adibiranno già da soli a queste funzionalità
😉
Cheers!

Buongiorno.. ogni tanto si torna sulle scene..questa volta, speriamo, in modo più continuativo..
Dunque.. su quali Social Network è ora presente CampusDellaModa?

Facebook: www.facebook.com/pages/CampusDellaModa/80790960818 facebookICON

Twitter (come potete direttamente osservare qui a fianco nel riquadretto degli status di Twitter): twitter.com/CampusDellaModa

LinkedIn: www.linkedin.com/companies/406009/CampusDellaModalinkedinICONA

.. e da ora anche su YouTube!!! per ora, purtroppo, con un solo video all’attivo… Ma da quando la scuola farà partire attivamente i corsi ecc, sono sicura che la situazione si evolverà…YouTubeICON
ecco il link…
www.youtube.com/user/CampusDellaModa

Una cosa a cui prestare molta attenzione nella creazione e mantenimento dei Social Network è quella di includere descrizioni chiare sulla propria attività e soprattutto che CONTENGANO le giuste perole chiave… su Twitter, ad esempio, facendo una prova nella ricerca interna alla piattaforma stessa con la parola “campus della moda” non veniva fuori assolutamente niente.. questo perchè nella descrizione la scuola era indicata solo come CAMPUSDELLAMODA (senza spazi) mentre la maggior parte delle persone cercano le singole parole, cosa che in effetti makes sense!! Staccando le parole, cosa che ovviamente mi sono affrettata a fare, si avranno centinaia di possibilità in più di essere “scoperti”, ad esempio anche per ricerche come “master moda” , “scuole moda” ecc.. questo perchè comunque ora la parola MODA è presente all’interno del nostro profilo e tutte le ricerche inerenti porteranno ANCHE A NOI (tra i milioni di risultati… o forse milioni no, dato il basso numero di utenti italiani che attualmente utilizzano Twitter…)

Sarebbe importante comparire anche su Flickr…l’account è già presente ma vanno sicuramente selezionate bene le foto da inserirvi… Forse quelle di Carpi o quelle della sede sarebbero abbastanza adatte…

Altra cosa da fare: aggiungere LINK INTERNI al sito.. ovvero tra una pagina e l’altra, legando alcune parole chiave che si trovano in una qualche pagina AD UN ALTRA PAGINA relativa a quella parola chiave.. ad esempio tutte le volte che comprarirà la parola CARPI sarebbe bene collegarla alla pagina dedicata alla città. Stesso discorso si potrà fare per le parole master, stage, etc…
Bene…a presto con nuovi aggiornamenti…
(seguirà articolo sulla situazione delle Parole Chiave..)

Stay tuned!


Eugi’s Tweets:

agosto: 2017
L M M G V S D
« Mag    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

i Like…



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: