Fashion Web Marketing

Archive for ottobre 2010

Coach: il brand di accessori in pelle, che si è aggiudicato il primo posto nella classifica Digital IQ (v. ricerca “Digital IQ index: Luxury” di Scott Galloway della NYU Stern), ha costruito una strategia che utilizza i social networks per collegare i fan direttamente allo shop online. I loro post su Facebook, infatti, contengono sempre un link diretto al prodotto. Hanno, quindi, scelto una strada in cui i profili sui Social Media non vengono creati solo “per il gusto di farlo”, ma per incentivare attivamente le vendite con risultati evidenti. Una delle loro campagne prevedeva un contest rivolto a blogger che avrebbero dovuto pubblicizzare una linea di prodotti per poter vincere delle gift cards per prodotti Coach.

Louis Vuitton: al secondo posto nella classifica Digital IQ, il brand sta facendo largo uso dei social media e in particolare di quella tipologia di video chiamati Haul video, in cui gli utenti filmano i prodotti appena acquistati e scambiano opinioni con altri utenti che hanno fatto lo stesso. Alcuni di questi video hanno guadagnato milioni di visite online donando estrema visibilità al brand e possibilità per gli utenti di avere una panoramica dei prodotti offerti.

Oscar de la Renta: 11° nella classifica Digital IQ, questo brand costituisce un ottimo esempio di user engagement non solo legato al brand ed ai suoi prodotti ma anche a livello lifestyle. In questo modo gli utenti sanno che tramite i profili del brand (vedi Twitter http://twitter.com/OscarPRGirl in cui venivano diffuse news sullo Yoga, sulle novità musicali e altri temi slegati dal brand) possono entrare in contatto con un target del tutto simile al loro. Questo è sicuramente un valore aggiunto per gli utenti che non voglio certamente sentir parlare solo di novità legate ai prodotti.

Jimmy Choo: Oltre alla sua famosa campagna su FourSquare di cui abbiamo già avuto modo di parlare, questo brand (17° posto della classifica Digital IQ) riesce, attraverso i social media, ad attrarre “Likes” ma soprattutto a incanalare il traffico degli utenti direttamente verso l’acquisto.

[Fonte: www.freshnetworks.com]

LOFT staff model

Attraverso i Social Media, molti Brand si avvicinano per la prima volta all’ascolto ed al dialogo con i propri clienti. 
LOFT, ad esempio, ha pubblicato in Giugno, su Facebook, immagini raffiguranti la nuova linea di pantaloni del brand indossati da una modella (http://www.facebook.com/album.php?aid=183521&id=26483215676&comments&ref=mf). 
Molti clienti, in seguito, avevano iniziato ad inviare lamentele per sottolineare come fosse impossibile capire la vestibilità del capo su un corpo “diverso” da quello della modella e per richiedere la pubblicazione di immagini degli stessi pantaloni ma indossati da donne “normali”. 
Il giorno dopo, in risposta a ciò, LOFT ha postato fotografie del PROPRIO STAFF, che comprendeva donne con i più svariati tipi di taglie, in posa con i pantaloni suddetti, ognuna con un diverso stile ed ognuna associata alla spiegazione del proprio gradimento verso il prodotto. 
La risposta dei clienti a questa iniziativa è stata estremamente positiva (http://www.facebook.com/album.php?aid=183697&id=26483215676&comments).
LOFT ha continuato, dopo aver fatto parlare di sé con questo fatto, a pubblicare immagini dei propri capi indossati dallo staff; altri brand hanno seguito il suo esempio (http://www.facebook.com/nanettelepore.fb?v=box_3#!/album.php?aid=225416&id=63601337951).
Moltre altre aziende (Starbucks, Virgin Airlines, Ford, Best Buy) avevano già sfruttato i Social Media come mezzo per comunicare con i propri customer e per studiarne la “satisfaction”, ma nell’ambito Fashion questo è stato forse il primo esempio davvero significativo.

Per stare in tema con le taglie “normali” o comunque NON DA MODELLA, esprimiamo inoltre forte disappunto per chi ha deciso di eliminare Elena Mirò dalle sfilate della Settimana della Moda a Milano.

Non c’ è posto per le curve, e per le donne normali, nella moda??? Ebbene, sarà invece il caso di far loro un pò di spazio.. per arrivare, un giorno, ad un concetto di moda chi si applichi a tutte le taglie. Tutti abbiamo un corpo da vestire, e il gusto non è sinonimo di magrezza. Questo è poco ma sicuro.


Eugi’s Tweets:

ottobre: 2010
L M M G V S D
« Set   Nov »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

i Like…



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: